In Milan Today.com
In Milan Today.com





Mostra Medardo Rosso. La luce e la materia Mostra Medardo Rosso. La luce e la materia - Galleria d'Arte Moderna di Milano, via Palestro 16 - Milano

Mostra di scultura in corso dal 18 febbraio al 31 maggio 2015

"Come la pittura, anche la scultura ha la possibilità di vibrare in mille spezzature di linee, di animarsi per via di sbattimenti d'ombre e di luci, più o meno violenti, d'imprigionarsi misteriosamente in colori caldi e freddi - quantunque la materia ne sia monocroma"

- Medardo Rosso

Alla GAM di Milano entrano in mostra le sculture di Medardo Rosso, artista tardo ottocentesco conosciuto a livello internazionale. Qui vengono per la prima volta esposte opere che coprono tutto l'arco della sua carriera fino alla prima metà del Novecento.

Medardo Rosso è conosciuto come uno degli scultori impressionisti più importanti. Ma per capire la sua arte è utile ricordare che l'artista nacque come pittore e solo più tardi passò alla scultura traslandovi tutti i precetti di esecuzione legati alla luce e alla forma assorbiti in pittura.

E Rosso infatti sfruttò appieno le capacità luministiche della materia scultorica creando forme non finite che si fondono con il corpo della scultura come in un ipotetico sfondo pittorico. Su quest'opera non finita la luce può riflettersi e rifrangersi continuamente eliminando - come voleva l'artista - il concetto di materia che fino ad allora vigeva in scultura.

Per realizzare il suo intento plastico Rosso quindi ebbe bisogno anche di materiali duttili da poter plasmare o lasciare non finiti a suo piacimento; usò quindi molto la cera, il gesso ma anche la terracotta e il bronzo.
Rosso inoltre rinunciò alla monumentalità in scultura e scelse piuttosto figure estrapolate dalla classe meno abbiente della società tardo ottocentesca immergendole in contesti quotidiani.

Del Rosso degli esordi saranno presenti in mostra le figure popolari quali il Birichino, esposto all'Accademia di Brera nel 1882, il Sagrestano e la Ruffiana (1883). Non mancheranno poi i ritratti di bambini; infatti il tema della fanciullezza e della purezza ad essa correlata non mancava di suscitare attenzione e stupore in Rosso il quale cercava poi di fermare questa impressione nella sua arte.

La mostra di Rosso alla Galleria d’Arte Moderna di Milano è realizzata in collaborazione con il Museo Rosso di Barzio.

L'evento espositivo di Edoardo Rosso è curato da Paola Zatti.

Alcune delle opere in mostra alla GAM di Milano

- Il Birichino
- Il Sagrestano
- La Ruffiana
- Henry Rouart
- L'Uomo che legge
- Bookmaker
- L'Enfant malade
- La Bambina ridente
- Madame Noblet
- Madame X

Cenni biografici su Medardo Rosso

Medardo nasce a Torino nel 1858 e si trasferisce giovane a Milano (1870) dove nel 1882 inizia a frequentare l'Accademia di Brera; qui inizia come pittore e si avvicina ad una concezione romantica dell'arte distaccandosi dagli insegnamenti ufficiali dell'Accademia ai quali si mostra insofferente. Il periodo di Milano è invece contraddistinto da una vicinanza con il movimento degli Scapigliati.

Da questo momento inizia la parabola europea di Rosso il quale espone a Parigi, a Vienna, a Londra e a Venezia per ritornare a Parigi nel 1889 all'Esposizione Universale.

Dal 1889 difatti si stabilisce nella capitale francese dove installa il suo studioe si avvicina al movimento impressionista stringendo legami culturali con Émile Zola e Anthoine Rodine e Degàs.

Nel 1914, alla vigilia del conflitto mondiale, torna a Milano dove si sposa e ha un figlio a cui dà nome Francesco Evviva Ribelle.

Muore a Milano nel 1928.

Orari: Lunedý dalle 14.30 alle 19.30 Martedý, mercoledý, venerdý, sabato e domenica dalle 9.30 alle 19.30. Giovedý dalle 9.30 alle 22.30. L’ingresso è consentito fino a 1 ora prima della chiusura. Chiuso i lunedì non festivi, 1° gennaio, 1° maggio, 25 dicembre.
Sito web: GAM Milano

In Milan Today è aggiornato ogni giorno

© In Milan Today
Tutti i diritti riservati